Turkey-Support-for-Uyghurs-Could-Undercut-Ties-with-China-887x350

Turchia: Supporto per Uighurs potrebbe sottosquadro legami con la Cina

Visita di stato del presidente turco Recep Tayyip Erdoğan in Cina questo mese è destinato a mostrare che la Turchia, come un potere internazionale, ha interessi ben oltre le sue alleanze occidentali. Ma Ankara forte protezione delle nubi di Cina Uighur minoranza musulmana le prospettive per le relazioni turco-cinese.

Nel 2012, la Turchia, già membro della North Atlantic Treaty Organization, è diventato un "interlocutore" dell'organizzazione di cooperazione di Shanghai (SCO), un sicurezza di raggruppamento che comprende Cina, Russia, Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan e Uzbekistan. Ankara ha rafforzare legami bilaterali con tutti i membri SCO; Erdoğan ha raffigurato la SCO come un potenziale alternativeto dell'Unione europea.

Componente economica di SCO è sottile, ma, inizialmente, sia in Cina che in Russia accolto con interesse della Turchia. Nel 2013, la Turchia ha scelto una società cinese per la fornitura di $ 3,4 miliardi vale la pena di missili, ma l'affare non è stato finalizzato.

Nello stesso anno, però, un anziano non identificato che Ministero degli esteri cinese ufficiale ha detto alla presa di notizie turca oggi è Zaman che SCO prenderebbe in considerazione l'adesione della Turchia una volta che il corpo ha deciso di ampliare l'offerta.

A partire dal 10 luglio, con SCO appartenenza offre a India e Pakistan, che ha iniziato l'espansione. Ma non è chiaro o meno entusiasmo cinese esiste ancora per la Turchia di diventare membro a pieno titolo. Il problema del separatismo Uighur in Cina occidentale sembra essere delle principali fonti di incertezza nelle relazioni turco-cinese.

Una serie di rapporti non confermati in media turchi pro-governo recentemente ha sostenuto che la Cina vietato sua Uighurs osservando il mese di digiuno islamico del Ramadan, e che presumibilmente erano stati costretti a bere alcolici. La speculazione stoked dispiacere sia tra i turchi islamici e nazionalisti, che si identificano Uighurs come etnia turca.

Nel mese di luglio, un ristorante cinese nel centro di Istanbul è stato licenziato, anche se, ironicamente, l'unica persona che lavora lì è stato un Uighur. Angry Mob nella capitale turca, Ankara, ha attaccato i turisti cinesi insieme erroneamente identificati coreani del sud. In risposta, Beijing imposto immediatamente una consulenza di viaggio contro un viaggio in Turchia.

Con Presidente Erdoğan progettando di fare uno stato in visita in Cina il 28 luglio, i tempi di questi eventi non potrebbero essere peggiori per Ankara.

"Questi sono gli sviluppi molto brutto, e Cina ci farà pagare un prezzo molto alto," avvertito Eser Murat, un ex turco ambasciatore e Vice Presidente del centro asiatica turca per studi strategici. Bilan predice che Erdoğan dovrà spendere più tempo rammendo recinzioni di sviluppare legami più stretti con la Cina e Asia centrale, un obiettivo chiave della recente politica estera turca.

Lucroso commercio ha aiutato liscio sopra passato ghette con Pechino – compreso nel 2009, quando Erdoğan pubblicamente condannato la politica cinese verso uiguri.

A partire da questo maggio, Cina classificato come la principale fonte di importazioni turche, a approssimativamente $ 1,93 miliardi, emarginando sia in Germania che in Russia. Cina era anche tra le destinazioni di esportazione top 20 per merci turche nel 2014, la data più recente per il quale sono disponibili dati ufficiali. Nel 2012, i due paesi hanno deciso di provare e Spinta scambi bilaterali entro il 2020 quasi cinque volte per $ 100 miliardi.

Memore di quel ruolo, il presidente turco apparenza propenso a procedere con cautela con Pechino. Ha condannato i recenti episodi di violenza anti-cinese, suggerendo anche gli attacchi erano parte di una cospirazione contro di lui.

"Una volta che Ramadan è finita, questo può ancora essere tale episodio che entrambi i governi sarebbero stato felici di lasciare alle spalle," specialista di politica estera suggerito Sinan Ülgen, capo del think tank Edam basati su Istanbul.

Ramadan si è conclusa in Turchia il 16 luglio, ma fare ammenda con la Cina può risultare difficile. Beijing è collegare il sostegno di Ankara per gli uiguri a facilitare la causa dei combattenti di stato islamico in Siria. Il Financial Times riferito recentemente che funzionari della sicurezza cinese accusato diplomatici turchi di presumibilmente fornire "passaporti falsi" di uiguri che venivano poi "venduti" per gruppi jihadisti per combattere in Siria.

Supporto di Turchia per Uighurs potrebbe sottosquadro legami con Cina 2015Portavoce del Ministero degli esteri turco Tanju Bilgiç il 16 luglio definito le attestazioni "ridicolo," ma la Cina, come altrove in Eurasia, ha motivo di preoccupazione.

I musulmani da tutta l'Asia centrale e nel Caucaso meridionale hanno aderito jihadisti in Siria utilizzando la Turchia come un condotto. In questi giorni, i funzionari in molti paesi eurasiatici sono preoccupati per le conseguenze potenziali se/quando militanti torna a casa dalla Siria.

Data la resistenza simmering di alcuni uiguri a Pechino, le autorità cinesi sono anche sospettosa circa il ruolo della Turchia "come un'autostrada verso la Siria," notato eser.

"Questo è uno dei motivi perché le relazioni turco-cinese non si basano sul[mutual]la fiducia," ha detto.

Le forze di sicurezza turche hanno iniziato una repressione senza precedenti su attività sospettata di essere legato allo stato islamico: la scorsa settimana, 25 tagiki erano tra 45 anti-jihadista arresti nella città meridionale di Gaziantep.

Ma altre modifiche potrebbero anche giocare nelle ambizioni della Turchia SCO.

Manifestare interesse turca nella SCO generalmente sono stati limitati a Erdoğan e primo ministro Ahmet Davutoğlu. Ma, il mese scorso, la sentenza partito giustizia e sviluppo ha perso la maggioranza parlamentare in un'elezione generale. Che cambiamento ha scatenato chiama nei ranghi del partito per una rivalutazione della politica estera. Il 12 luglio, ex presidente Abdullah Gül, un fondatore del partito, ha sottolineato la necessità di un "approccio più realistico".

Parlare di riavvicinamento con gli alleati occidentali della Turchia e l'UE è sulla bocca di molti. Se l'AKP forma una coalizione con il partito repubblicano della gente, un sostenitore di politiche di estere tradizionalmente filo-occidentale della Turchia, tale processo potrebbe significare una fine ai sogni orientali di Erdoğan, compreso ogni velleità di appartenenza SCO, alcuni analisti prevedono.

"L'organizzazione di Shanghai sta andando la sua strada, ed è accettare nuovi membri," ha osservato esperto di relazioni internazionali Soli Özel di Istanbul Kadir ha università. "Non ho sentito da nessuna parte che essi erano anche invitanti Turchia ad unirsi a loro. Che era sempre un sogno irrealizzabile".

 

Fonte: eurasianet.org