On the Iran Nuclear Deal - Yes, but . . .

L'affare nucleare Iran: Sì, ma. . .

Autore: Richard N. Haass, Presidente, Council on Foreign Relations

L'accordo per vincolare la capacità nucleare dell'Iran, il giunto completo piano di azione (JCPOA), che il Congresso americano voterà il mese prossimo, pone dei limiti significativi sul programma nucleare dell'Iran per un decennio o più. Allo stesso tempo, l'accordo consente l'Iran accesso alle risorse che migliorerà la sua capacità di effettuare un ordine del giorno preoccupante in gran parte del Medio Oriente. Inoltre, l'accordo in nessun modo si risolve i problemi hanno proposto dal programma nucleare dell'Iran. Al contrario, questi problemi potrebbero anche crescere come la maggior parte delle restrizioni su centrifughe e uranio arricchito esaurito dopo 10 e 15 anni rispettivamente.

Allora, cosa dovrebbe Congresso? Giusto per essere chiari, non è viene chiesto di votare se l'accordo è buona o cattiva ma se gli Stati Uniti sarebbe meglio o peggio con esso. Né il voto si basino sulle speranze che l'accordo porterà un Iran più moderato. Questo è possibile, ma così, troppo, è l'opposto. Non possiamo sapere se l'Iran sarà trasformato, molto meno come o come molto. L'accordo è una transazione che deve essere giudicata per i suoi meriti.

Vedi il testo integrale dell'articolo (abbonamento richiesto).

 

 

Fonte: cfr.org